In casa Lostecco siamo sempre alla ricerca di nuovi sapori e di piatti che sappiano stupire i nostri clienti. Dal connubio caldo/freddo nasce il nuovo panino al roast-beef, proposto in anteprima presso il locale di Borgio Verezzi e a breve negli altri nostri locali.

La sua composizione

Acquistiamo un taglio di fassona piemontese, che affettiamo in maniera sottile e poniamo le fette dentro un panino di frumento caldo, con crema di robiola, olio di tartufo nero e insalata soncino. Un piatto leggero dal sapore intenso e persistente che entrerà a far parte dei nostri gustosi menu.

Cenni storici sul roast-beef

Il nome “Roast Beef” significa letteralmente “bue arrostito” e più precisamente indica sia un particolare arrosto di bue sia alcuni tagli regionali di carne. La sua storia secolare e il suo carattere multiculturale ha permesso di passare dall’espressione inglese a quella italiana attraverso il termine francese “rosbiffe”, adottato dapprima in Toscana e successivamente in altre regioni centrali. Si narra che la sua diffusione in Italia sia avvenuta nella prima metà dell’800, ad avvalorare questa prima ipotesi è un manoscritto inviato da Londra da Mazzini nel 1837 in cui viene citato questo particolare alimento come portata principale per le grandi occasioni. Tuttavia è più probabile che la preparazione di questa tipologia di carne sia da ritenersi agli inglesi residenti nella Penisola. Nella tradizione inglese il Roast Beef è un arrosto fatto allo spiedo con l’intera lombata di bue o una buona parte di essa : è quindi una portata celebrativa, simbolo della ricchezza culinaria di quella cucina. Oggi il Roast Beef ha forse perso il suo carattere di portanza celebrativa, diventando una preparazione adatta anche alla tavola di tutti i giorni tuttavia, nel mondo dei panini, quello farcito con Roast Beef rappresenta una proposta gourmet.

Fonti: https://www.spaghettiemandolino.it/blog/445-roast-beef-storia-ricette-abbinamenti.html

go top